02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Le Dop solo sulla carta ... Nella giungla di prodotti tipici troppi marchi e denominazione rischiano di disorientare il consumatore, cdtre che essere una voce importante di costo per i piccoli produttori. Ma un ruolo importante di valorizzazione dei prodotti tipici può avvenire attraverso la linea premium della private label in gdo. Del valore dei prodotti a denominazione e delle potenzialità offerte dalla gdo si è discusso ieri, a Milano, nel corso di un incontro promosso da Nomisma, a Tuttofood, per la presentazione del volume “Marketing dei prodotti tipici. La valorizzazione dei prodotti agroalimentari del territorio: criticità, prospettive e rapporti con la grande distribuzione”,
Dop e Igp, da strumenti di tutela comunitari vengono sempre più visti come stru menti di marketing. Strumenti capaci di offrire una strategia che caratterizzi le imprese agroalimentari che non si basano solo su logiche competitive legate al prezzo.
Tuttavia, delle 177 Dop e Igp italiane, su 833 presenti in Europa, molte risultano ancora “sulla carta”. In certi cosi, come quello dell’olio extravergine di oliva, l’incidenza delle quantità certificate sulla produzione complessiva ottenuta nell’area di produzione dello, Dop/Igp è pari ad appena il 10%.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli