02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Land e brand, ecco i due volti dell’Italia del vino, due opposti modelli di marketing enologico. Da una parte le denominazioni-icona, quelle più note e prestigiose, dal Brunello di Montalcino al Barolo, dal Chianti Classico alla Franciacorta che garantiscono qualità e valore ai consumatori. Dall’altra le denominazioni meno forti o poco conosciute, che vanno avanti grazie alla notorietà dei brand aziendali o dei vitigni autoctoni del territorio. Questo lo scenario che emerge da un’inchiesta di www.winenews.it e dell’Università del Salento. I risultati confermano che, per i grandi vini, le denominazioni di origine rappresentano un enorme punto di forza per i territori, nonché il vettore di identificazione con le loro produzioni, fino a prescindere, talvolta, anche dal potere di mercato che possono avere i singoli brand.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli