02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Il Valdobbiadene del Desiderio ... La Bortolin Angelo Spumanti cambia guida... Cambio della guardia alla Bortolin Angelo Spumanti, cantina di Guia (Tv) che produce Prosecco Valdobbiadene Docg. “O meglio sarebbe dire soltanto Valdobbiadene Docg”, spiega Desiderio Bortolin da gennaio alla guida dell’azienda di famiglia dopo il passaggio generazionale dalle mani del fondatore, il papà Angelo. “Dal 1° aprile è entrata in vigore la nuova Docg e adesso bisogna riconoscere il Valdobbiadene Docg dal Prosecco che possono fare in tre regioni e nove province. Occorre credere in questa nuova opportunità che identifica il vino con il territorio e che dovrebbe far crescere anche il turismo. È questo quello che dobbiamo vendere e comunicare. Siamo una delle 48 Docg italiane, una delle eccellenze che nascono in zone di prestigio sotto il profilo culturale, storico e artistico”. Desiderio, dal nome del nonno, ha 38 anni, e adesso è il socio di maggioranza. Da 20 lavora nell’azienda di famiglia insieme alle sorelle Cristina e Paola. “Il passaggio di consegne per me è stato abbastanza semplice”, continua, “da una decina di anni mio papà mi aveva lasciato prendere decisioni in merito all’azienda insieme alle sorelle”. La Bortolin Angelo Spumanti, tre dipendenti oltre ai tre fratelli e al padre, nasce nel 1968 e oggi produce circa 300 mila bottiglie, “siamo una realtà medio-piccola per il settore”. Il mercato è prevalentemente interno. “Il 70% del fatturato avviene in Italia. Sono i privati che si rivolgono a noi per la fiducia che siamo riusciti a creare. Abbiamo scelto di rivolgerci al segmento Horeca, ristorazione ed enoteche, e lasciare fuori la grande distribuzione”. Per quanto riguarda il resto, “l’Europa è il nostro mercato estero di riferimento e da un paio d’anni siamo arrivati negli Usa e portato bottiglie in Cina, Australia e Costa Rica”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli