02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Ubriaco alla guida dell’Ape? La patente non si sospende ... Illegittima la sospensione della patente all’automobilista che guida in stato di ebbrezza un mezzo per il quale non è richiesta alcuna abilitazione, come ad esempio un’ape 50. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 19646 di ieri, ha annullato il provvedimento di sospensione della patente scattato nei confronti di un 67enne di Trento fermato dalla polizia mentre guidava in stato di ebbrezza. L’automobilista, che fra l’altro si era anche rifiutato di sottoporsi al test, era stato condannato a tre mesi di reclusione e 1400 euro di multa. Inoltre gli agenti gli avevano sospeso la patente per un anno. La pena era stata patteggiata ma l’uomo ha impugnato in Cassazione la decisione presa a luglio dell’anno scorso dal Tribunale di Trento. La quarta sezione penale della Suprema corte, cui è stata affidata la trattazione del gravame, lo ha accolto (almeno sul punto della sospensione della patente) precisando, con una breve ma interessante sentenza, “che il ciclomotore condotto dall’imputato - Piaggio Ape 50 cc - non richiede, ai sensi degli artt. 50 e 116 Cod. strad., il conseguimento, per la guida, di patente”. D’altro canto, “non può essere applicata la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida, conseguente per legge a illeciti posti in essere con violazione delle norme sulla circolazione stradale, a colui che li abbia commessi conducendo veicoli per la cui guida non sia richiesta alcuna abilitazione”. Ma non basta. Il 67enne aveva contestato anche la mancata concessione della condizionale. Sul punto la Suprema corte si è limitata a dire che nessuna istanza specifica era stata presentata in questo senso. Mentre sulla sospensione della patente la Cassazione ha deciso nel merito bocciando la misura e annullandola. L’anno scorso la Cassazione (sentenza n. 40564) aveva sancito che le sanzioni accessorie (come la sospensione della patente) al reato di guida in stato di ebbrezza possono essere applicate, come è avvenuto in questo caso, anche se c’è stato un patteggiamento.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli