02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

I vignaioli
toscani
in rivolta ...
Il mondo del vino toscano
in rivolta contro la Regione.
A Montalcino i produttori di
Brunello hanno inviato una
lettera al Governatore Enrico
Rossi dove lo invitato a riscrivere
il Piano paesaggistico.
“Abbandoni questo PIT
concettualmente errato,
scritto da intellettuali
alieni alla nostra
cultura che
non capiscono lo
spirito della nostra
terra”, scrivano nella
lettera. “Il PIT che lei
ha firmato, il Piano di
Indirizzo Territoriale toscano,
stabilisce che l’enorme
lavoro che è stato fatto per
permettere alla nostra comunità
di esistere, è sbagliato e va
rimosso. Dovremmo tornare ai
piccoli campi a maglia fitta, alternati
ai pascoli, che ci hanno
dato miseria e disperazione?”.
Intanto 17 Consorzi del vino
toscano hanno siglato un documento
per dire no la piano.
“Ci appare un fatto molto grave
che in una regione come la
nostra sia stato approvato un
piano paesaggistico che, nei
fatti, rinnega una storia ormai
secolare”. E anche il Gallo
Nero fa sentire la propria
voce. “Ci troviamo di fronte a
una proposta incoerente, condizionata
da pesanti valutazioni
ideologiche”, commenta
Sergio Zingarelli, presidente
del Consorzio Vino Chianti
Classico.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli