02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Giù i prezzi dei vini comuni ... E la vendemmia promette ... Mentre si fanno le previsioni sulla vendemmia in corso, diminuiscono i prezzi del vino, specie quello comune. In Italia si parla per adesso, cli ottima qualità e di aumento della
raccolta, mentre la &ancia, come dà tradizione è la prima a far uscire i dati,fa sapere che avrà un calo soltanto dell’1% rispetto al 2014 per arrivare a 46,6 milioni di ettolitri. Secondo i dati Ismea sui primi sette mesi dell’anno, in Spugna, dove l’annata sì annuncia in crescita e di ottima qualità, sono in calo i listini di vendita, con i prezzi scesi anche del 24,7% peri bianchi. La Spagna era dalla campagna 2010 J2011 che non registrava prezzi alla produzione così bassi. I bianchi sono scesi del 24,7% in un ano per arrivare a luglio a 1,70 euro l’ettogrado. I rossi, -2,7%, in media hanno subito cali inferiori a quelli dei bianchi e il livello del 2015 è arrivato a 2,75 euro di luglio. Chi regge la concorrenza spagnola sui listini è la Francia dove i prezzi dei bianchi sono saliti del 9,1% e quelli dei rossi del 12,5%.A subire l’effetto spagnolo è invece, l’Italia dove a luglio sono in forte calo i prezzi dei vini comuni bianchi italiani (25,4%) e rossi (-7,1%). Meglio vanno i prodotti di qualità, Tra gli Igt la prestazione peggiore è per il Lazio bianco -28% e il Lazio rosso,
-13,5% ma per gli altri i cali sono
inferiori al 12% per i bianchi e al
4% per i rossi. Vanno bene, invece, Doc e Docg dove Ismea registra
un +2% nel segmento dei bianchi e +6% in quello dei rossi.
Tra le migliori prestazioni il Cortese di Gavi, +40%,
Chianti Classico, +31,2% e Nobile di Montepulciano,+29,3%.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli