02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

La Toscana vuole il suo Vinitaly
Remaschi: una rassegna internazionale dei vini toscani ... La Toscana vuole il Vinitaly. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricole Marco Remaschi
che si è fatto paladino dell’idea di un Vinitaly toscano, uno
spazio per la promozione e valorizzazione delle produzioni toscane. “Si tratta di un percorso ancora tutto da studiare e sul quale dovremo confrontarci con i colleghi di giunta, con le organizzazioni professionali e con Consorzi e produttori”, ha detto. Per l’assessore “È un’idea che a me pare buona, una sfida, che deve essere approfondita e di cui dobbiamo parlare insieme e confrontarci per capire se può portare un valore aggiunto. Se avvieremo questa strada non ci fermerà più nessuno, perché quando ci
presentiamo come
Toscana non
siamo secondi a nessuno”. L’ipotesi si basa sull’andamento del vino toscano che nel 2015 ha fatto segnare un +22% dell’export. “La promozione”, continua Remaschi “è fattore decisivo per far conoscere e valorizzare i nostri prodotti, come testimoniato dal successo delle Anteprime e Buy Wine. Un’iniziativa del genere, quella del Vinitaly tescano, che all’inizio potrebbe essere “chiusa” alle produzioni toscane e senza voler interferire con Verona, sono convinto potrebbe dare una spinta rilevante a tutto il comparto. Senza contare gli effetti sul turismo. Ma ancora, ripeto, è un percorso in fase embrionale, da discutere e analizzare riguardo a modalità, tempi e luoghi». Intanto però è stato avviato il percorso che potrebbe portare già dal prossimo anno ad un evento che promuova il vino toscano nel suo complesso.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli