02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italia Oggi

Aiuti Bper - Sace per Librandi vini … I fondi per le produzioni mirate all’export... Finanziamento per l’internazionalizzazione dell’azienda vinicola calabrese Librandi. Sono Bper Banca e Sace, che con Simest costituiscono il polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp, ad aver finanziato due operazioni per 350 mila euro complessive. Le risorse saranno utilizzate dall’azienda di Cirò Marina (Kr) per l’approvvigionamento delle materie prime necessarie a realizzare i prodotti destinati a clienti esteri. “I finanziamenti rappresentano un importante mezzo di supporto alla crescita internazionale”, commenta Teresa Librandi, responsabile amministrazione, finanza e controllo della Librandi Antonio e Nicodemo. “Sono indispensabili per il consolidamento delle posizioni acquisite, particolarmente in un settore come il nostro, caratterizzato da un’elevata intensità concorrenziale a livello mondiale”. La Librandi Antonio e Nicodemo ha iniziato la propria attività all’inizio degli anni ’50 nella zona Doc Cirò, arrivando a diventare una delle realtà più affermate nel settore vinicolo del Sud Italia. I premi ricevuti nel corso degli anni per i suoi prodotti sono numerosi. Vignaioli da tre generazioni, hanno avviato una realtà produttiva che molto ha investito sulla riscoperta, la tutela e la valorizzazione dei vitigni autoctoni calabresi come Magliocco, Arvino, Mantonico bianco e Pecorello salvaguardando il germoplasma viticolo a rischio di estinzione. La Librandi già in altre occasioni ha usufruito delle garanzie offerte da Sace per espandere il giro d’affari in mercati come Ue, Australia, Stati Uniti e Asia.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli