02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italiaoggi

Champagne, vendite in calo ... A -9% in dicembre, il mese migliore ... Continuano a calare le vendite di champagne: in dicembre la flessione è stata pari al 9%. E pensare che si tratta generalmente del miglior mese dell’anno per incrementare il fatturato, proprio a ridosso delle festività natalizie. Nell’intero 2012 sono stati venduti 308 milioni di bottiglie, il 4,4% in meno rispetto all’anno precedente. A livello geografico la Francia, che rappresenta poco più della metà del mercato mondiale, ha subìto un rallentamento del 5,6%, mentre nel resto dell’Unione europea si è verificata una frenata del 7,1%. Un andamento che non è stato compensato dal +3,2% messo a segno dagli altri mercati, che coprono soltanto un quinto del giro d’affari complessivo. La crisi, dunque, comincia a lasciare il segno anche su un prodotto d’eccellenza come quello francese. Già nel 2009 le vendite erano precipitate a 293 milioni di bottiglie rispetto al record storico di 338 mln raggiunto due anni prima. I produttori, comunque, si consolano spiegando che l’anno scorso il fatturato è ammontato a 4,37 miliardi di euro rispetto ai 4,4 del 2011: è il quarto miglior anno nella storia dello champagne. Ora ha assunto un peso maggiore l’export e i paesi terzi sono un motore di sviluppo essenziale nel consumo di vini di alto livello. Lo scarto tra i produttori sarà sempre più quello fra chi avrà la forza di vendere all’estero e chi, invece, dovrà tagliare i prezzi consegnando ai clienti francesi.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli