02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MODENA, 10-11 OTTOBRE

La “Champagne Experience” in Italia, per celebrare la “liaison” del Belpaese con un’icona mondiale

Oltre 120 maison, tra grandi griffe e piccoli vigneron, protagoniste dell’evento di riferimento nel quinto mercato delle bollicine francesi

Cala l’export, che si attesta a 6,9 milioni di bottiglie esportate nel 2020 nel Belpaese (-17% sul 2019, con una conseguente diminuzione del fatturato del -19%, a 146,8 milioni di euro), ma non la passione dell’Italia per lo Champagne, il suo prestigio e la sua autenticità, che ne fa il quinto mercato al mondo delle bollicine francesi, dopo gli Usa, l’Uk, il Giappone e la Germania. Risultato di anni di crescita continua registrati prima della pandemia, la sola congiuntura negativa a metterci un freno. Sono i numeri che raccontano la “liaison” dell’icona del vino mondiale con il Belpaese, dove le più celebri e prestigiose Maison, oltre 120 tra grandi griffe e piccoli vigneron con più di 600 etichette, saranno le protagoniste della “Champagne Experience”, evento di riferimento in Italia dedicato allo Champagne, organizzato da Società Excellence a Modena (Modena Fiere, 10-11 ottobre), con un tasting esclusivo e master class per appassionati ed esperti.
Un’occasione davvero unica non solo per degustare grandi vini provenienti dai diversi terroir della Champagne, ma anche per poter approfondire la conoscenza delle più celebri bollicine francesi con i produttori, molti dei quali saranno presenti personalmente dietro i banchi di degustazione. Con nomi come Jacquesson e Lallier, da Charles Heidsieck a Bruno Paillard, da Deutz a Louis Roderer, da Pol Roger a Piper-Heidsieck, da Taittinger a Pommery, da Joseph Perrier a Comte de Montaigne, per citarne solo alcuni.
Tra le master class, il celebre sommelier e degustatore Alessandro Scorsone, parlerà dei Blanc de Blancs in “Tutte le luci dello Chardonnay”, con in degustazione gli Champagne R&L Legras Presidence Vieilles Vignes Grand Cru Millesimato, Thiénot Cuvée Stanislas Brut Millesimato, Bolieu Cuvée L’Instant B Extra Brut Millesimato, Encry Veuve Blanche Estelle Grand Cru Brut Millesimato e Guiborat De Caurés à Mont-Aigu Extra Brut Grand Cru Millesimato. Alberto Lupetti, tra i più grandi conoscitori dello Champagne in Italia, racconterà i vini ottenuti con lunghe e lunghissime maturazioni sui lieviti, con in tasting gli Champagne Louis Roederer Cristal Brut Millesimato, Bruno Paillard, N.p.u Extra Brut Millesimato, De Sousa Cuvée des Caudalies Grand Cru Extra Brut, Pannier Egerie Extra Brut, Canard-Duchêne Cuvée V, Charles Heidsieck Blanc de Millénaires Brut Millesimato e Ayala Brut Collection n° 7 Millesimato. Il fondatore di “Porthos”, e punto di riferimento dei vini naturali in Italia, Sandro Sangiorgi condurrà l’appuntamento “Extravagance in Champagne”, un viaggio tra etichette capaci di colpire per la loro originalità, come gli Champagne Tarlant Bam! Blanc de Blancs Brut Nature, Pierre Gerbais L’Originale Pas Dosé Extra Brut, Apollonis-Michel Loriot Monodie Meunier Vieilles Vignes Extra Brut Millesimato, Georges Vesselle Bouzy Rouge Côteaux Champenois Millesimato e Leclerc Briant Blanc de Meuniers Premier Cru Millesimato. Gabriele Gorelli, primo “Master of Wine” italiano, guiderà la master class “Over The Top rosé”, con in degustazione gli Champagne Rémi Leroy Rosé de Saignée Les Crots Dosage Zéro, Larmandier-Bernier Rosé de Saignée 1er Cru Extra Brut, Henri Giraud Grand Cru Ay MV Rosé, Paul Bara Special Club Rosé Brut Millesimato e lo Champagne de Venoge Louis XV Rosé Extra Brut Millesimato.
Ma ci sarà anche “Futuro Vintage”, master class a cura di Pol Roger (distribuito in Italia da Compagnia del Vino) con Bastien Collard de Billy, discendente del fondatore della Maison Pol Roger che parlerà del ruolo chiave di tecnica, expertise e vigneti straordinari nella produzione dei millesimati che l’hanno resa famosa in tutto il mondo da generazioni, con la guida dell’esperto Manlio Giustiniani ed in degustazione lo Champagne Pol Roger Brut Vintage nelle annate 2013, 2009, 2008, 2004 e 2002.
Con l’evento promosso dalla Società Excellence - realtà che riunisce 18 tra i maggiori importatori e distributori italiani di vini e distillati d’eccellenza (Sagna spa, Gruppo Meregalli, Cuzziol Grandivini srl, Pellegrini spa, Balan Srl, Sarzi Amad srl, Vino Design srl, Teatro del Vino srl, Proposta Vini sas, Bolis srl, Les Caves de Pyrene srl, Premium Wine Selection PWS srl, Ghilardi Selezioni srl, Visconti 43 srl, Première Srl. AGB Selezione srl, Philarmonica srl e Spirits Colori srl) - al quale parteciperanno anche importanti Consorzi del territorio, come il Consorzio Parmigiano Reggiano e Consorzio di Tutela del Lambrusco, con spazi dedicati alla didattica e all’approfondimento - con cantine come Cleto Chiarli e Paltrinieri, Cantina della Volta e la Cantina di Carpi e Sorbara, Marchesi di Ravarino e Medici Ermete, da Venturini Baldini a Cavicchioli - e con le proposte food degli chef del territorio e del Consorzio Modena a Tavola. Infine, tra innovazione con “Contatto Divino” e tecnologia Ncf, ci sarà anche un assistente virtuale per gli amanti delle bollicine più famose al mondo.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli