02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CURIOSITÀ NEL CALICE

La leggenda dell’Erbaluce di Caluso ed altre storie: le nicchie del Piemonte a Gastronomix

Da oggi al 23 febbraio tra Astigiano e Canavese, l’evento firmato Collisioni, con i consorzi della Barbera d’Asti, dell’Erbaluce e del Carema
ERBALUCE, GASTRONOMIX, Italia
L'Erbaluce di Caluso in appassimento protagonista a Gastronomix

Il vino italiano, con i suoi mille vitigni e territori, è capace di raccontare tante storie. Alcune suffragate dalla storiografia e dalla scienza, altre più legate al mito e alla narrazione, ma non per questo meno affascinante. E così, leggenda vuole che l’Erbaluce di Caluso Passito fu un vino inventato dalle donne del Canavese: per non sprecare nulla e avere la frutta anche d’inverno, mettevano via i grappoli. Una tradizione che continua ancora oggi: l’uva viene fatta appassire per circa 5 mesi, fino a febbraio, dopo la vendemmia. A marzo si pigia. È una delle curiosità che si sono scoperte oggi a Ivrea, nelle masterclass sull’Erbaluce di Caluso Docg e sul Carema Doc, il nebbiolo eroico di montagna. L’occasione è Gastronomix, evento concertato tra il Consorzio Vini Docg Caluso, Carema e Canavese, presieduto da Caterina Andorno, e da quello della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, con la regia del Progetto Vino di Collisioni, coordinato da Ian d’Agata, che da oggi al 23 febbraio porterà tra il Canavese e l’Astigiano alcuni dei migliori chef e sommelier d’Europa e del mondo.
I vigneti di Erbaluce nascono nel cuore dell’antico ghiacciaio Balteo di Ivrea, una conca simile a un’enorme impronta lasciata da un gigante. È una nicchia di 200 ettari e 1,8 milione di bottiglie. Il Carema è una piccola Doc, 100% Nebbiolo, con solo 16,5 ettari e circa 65.000 bottiglie.
In assaggio le etichette dei Produttori del Carema e Ferrando. Un percorso di degustazione di due “nicchie” della viticoltura del Piemonte condotto da Ian D’Agata attraverso la scoperta di 17 realtà locali facenti parte del Consorzio (La Campore, Pozzo Elisa, Cellagrande, Orosia, Cooperativa Produttori Erbaluce di Caluso, Cantine Crosio, Santa Clelia, Cantine Briamara, Giacometto Bruno, Cieck, Orsolani, Ilaria Salvetti, Carlo Gnavi, La Masera, Cantina della Serra, Cantina Produttori Nebbiolo di Carema, Ferrando). Gastronomix proseguirà fino al 23 febbraio tra Asti e il Monferrato, con il Consorzio della Barbera d’Asti e Vini del Monferrato.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli