02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PROMOZIONE

La ripartenza del Lugana parla tedesco: tornano gli eventi, tra Germania e Austria

Oltre il 40% della produzione della Doc finisce in paesi di lingua germanica. Dal 7 al 14 settembre, il tour di 3 città in 4 tappe

Il Lugana, la denominazione che nasce sul Lago di Garda, di cui si trovano menzioni storiche antiche, che affondano in tracce di Vitis Silvestri dell’Età del Bronzo, si aggrappano a leggende legate al poeta Catullo, e che sono messe nero su bianco negli “squisiti Trebulani” cantati nel “De naturali vinorum historia” di Andrea Bacci del 1595, e con il vino “gagliardo e soave” della “fangosa Lugana” descritto da Ottavio Rossi nelle sue Memorie bresciane (1693), ha scelto di tornare sulle scene della promozione internazionale con un classico tour “alla vecchia maniera”, indirizzato verso i Paesi di lingua germanica, in particolare la Germania, come del resto lo è il turismo del Garda, verso i quali esporta il 40% della sua produzione totale, con un export che in generale è pari all’80% della produzione. Quattro tappe per tre città, dal 7 al 14 settembre, Amburgo, Monaco e Vienna, con degustazioni e masterclass, a numero ridotto e dedicati a stampa e professionisti del settore.
Quella che fu la Selva Lucana, una folta boscaglia ricca di acquitrini, bonificata dalla grande svolta agraria voluta dalla Serenissima Repubblica di Venezia a partire dal Quattrocento, e che oggi è una terra trapunta di vigneti che si specchiano nella bellezza del Lago di Garda, è patria infatti di un vino, il Lugana appunto, amatissimo all’estero, espressione di un’uva unica come la Turbiana e di un territori diviso tra Lombardia e Veneto, ma meno conosciuto di quanto meriterebbe in Italia.
Così, si parte il 7 settembre, dal Se7en Oceans di Amburgo, in collaborazione con la prestigiosa rivista “Vinum”, 22 Lugana 2019 protagonisti di una degustazione alla cieca riservata agli abbonati della rivista. La stessa tipologia di evento, riproposta anche il 9 settembre, al Pure Wine & Food a Monaco. L’8 settembre, ad Amburgo, invece, a Villa Verde, si terrà una masterclass dedicata principalmente alla stampa, condotta da Steffen Maus, wine journalist e Lugana Ambassador, con una profonda conoscenza del vino italiano. La trasferta si chiuderà il 14 settembre a Vienna, con un’altra masterclass in collaborazione con Wein&Kultur.
“La scelta di focalizzarsi sul mercato interno e sul centro Europa - afferma il direttore del Consorzio del Lugana, Andrea Bottarel - è dettata non solo dagli evidenti limiti imposti agli spostamenti internazionali, ma dalla effettiva potenzialità che risiede nei mercati di prossimità che hanno dimostrato, negli anni, una grande continuità e fidelizzazione”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

TAG: LUGANA

Altri articoli

TAG: LUGANA