02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SOLIDARIETÀ

La solidarietà passa dalla vigna: da Cantine Provima 4.000 euro per Medici Senza Frontiere

L’iniziativa, nata per fronteggiare l’emergenza sanitaria e per offrire un supporto concreto, ha ricevuto molte adesioni dagli sportivi professionisti
CANTINE PROVIMA, MARCHE, MATELICA, MEDICI SENZA FRONTIERE, SOLIDARIETÀ, VERDICCHIO, vino, Italia
Vino e solidarietà: da Cantine Provima 4.000 euro per Medici Senza Frontiere

Non si fermano e raggiungono risultati importanti i progetti di beneficenza promossi dal mondo del vino. Nonostante il Covid-19, i produttori non staccano la spina della solidarietà guardando con attenzione a situazioni particolari e che necessitano di aiuto. E’ anche il caso dell’iniziativa “Solidarietà in vigna”, promossa nel 2020 da Cantine Provima, nelle Marche, in terra di Verdicchio, a favore di “Medici Senza Frontiere” per fronteggiare l’emergenza sanitaria. Il progetto della realtà marchigiana ha permesso di donare 4.000 euro. L’unione tra vino, sport e solidarietà ha fatto la differenza con numerose persone che hanno deciso di partecipare per offrire un supporto concreto a tutto il personale di “Medici Senza Frontiere”.

E c’è anche chi facendo un’opera di bene ha deciso di legare questa iniziativa ad uno dei momenti più belli della propria vita. Parliamo di due giovani, Federico e Marta, che hanno scelto di acquistare i vini solidali come bomboniere in occasione del loro matrimonio.
“Solidarietà in vigna” venne ufficialmente presentato lo scorso 16 luglio nello scenario della vigna biologica dell’azienda agricola San Biagio di Matelica, alla presenza delle autorità, dei rappresentanti di “Medici Senza Frontiere” e di un testimonial d’eccezione: il pallavolista, campione del mondo a Rio de Janeiro 1990 ed Atene 1994, Paolo Tofoli. Alla buona riuscita dell’iniziativa hanno contributo la lunghista campionessa italiana Laura Strati, la ex pallavolista Elisa Togut, il cestista Achille Polonara e il giocatore di volley Javier “Javi” Martinez. Sportivi che hanno dato la propria disponibilità a sostegno dell’iniziativa registrando dei videoclip, divulgati attraverso i canali social delle Cantine Provima.

L’effetto “virale” delle nuove tecnologie ha dato la spinta per raccogliere, dai proventi delle vendite (durate tre mesi) dei quattro vini solidali, la cifra di 4.000 euro per “Medici senza frontiere”, realtà impegnata quotidianamente, in tutto il mondo, nella gestione delle emergenze sanitarie.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli