02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa / Specchio

Un moscerino aiuta gli enologi ... “Ha un fiuto imbattibile per scovare gli acini d’uva più dolci e succosi. Perché non copiarla in modo da aiutare i vinificatori a scegliere i grappoli migliori?” La domanda se la sono posta i ricercatori dell’australiana Monash University pensando alla capacità straordinaria della Drosophila melanogaster - il moscerino della frutta - nel discernere profumi e aromi dei frutti. Per tutta risposta gli scienziati in questione si sono dati come obiettivo lo sviluppo entro il 2013 di uno strumento che, replicando il sistema di ricognizione sensoriale della Drosophila e di alcuni vermi nematodi, possa misurare in modo oggettivo il punto di maturazione dell’uva da cogliere. “Un metodo che sia un po’ più affidabile del masticare qualche acino qui e là”, ha osservato Stephen Trowell, leader del team di ricerca.
(arretrato de La Stampa - Specchio)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli