02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

Pronti 100 milioni per rinnovare il sistema-cantina. Da Unicredit finanziamenti mirati alle aziende vitivinicole d’intesa con le associazioni di categoria. Debutta anche Wine & Food Lab che sosterrà la competitività dell’agroalimentare ... In uno dei territori italiani più vocati alla viticoltura e all’enogastronomia partono due inziative che hanno come obiettivo il sostegno alla crescita e alla competitività delle imprese del settore. Il progetto è frutto della collaborazione tra istituzioni del territorio, associazioni di categoria, UniCredit Banca e UniCredit Banca d’impresa. Un finanziamento di 100 milioni di euro, lanciato da Unicredit Banca, e destinato alla rigenerazione dei processi di vinificazione, d’imbottigliamento e alla realizzazione d’iniziative commerciali e di marketing delle piccole imprese e il Progetto Wine & Food Lab di Unicredit Banca d’Impresa mirato a favorire lo sviluppo e il riposizionamento del settore vinicolo e delle specialità alimentari di qualità, puntando su strumenti ad hoc creati da una sinergia tra banche, imprese e istituzioni del territorio. Le due iniziative sono state annunciate nell’incontro “Langhe e Monferrato la qualità della Piccola Grande Italia”, organizzato dal comitato locale di Unicredit - Alessandria Asti Cuneo.
Sia Wine & Food Lab, sia il finanziamento di 100 milioni di euro (per cui è stata determinante la collaborazione con la Col diretti Piemonte), sono nati, infatti, nell’ambito delle attività di questo comitato Renato Viale, che hanno esteso al settore del vino di qualità e delle specialità alimentari la metodologia operativa applicata con successo da UniCredit Banca d’Impresa in altri settori del Made in Italy, come la moda e la meccanica. Alla base di queste due operazioni c’è l’idea di fornire all’industria vitivinicola due tipologie d’intervento diverse, ma entrambe di forte contenuto. A favore delle piccole imprese UniCredit Banca ha lanciato un’iniziativa d’immediata efficacia ed utilizzo, fra le tante studiate nel corso del 2005: 100 milioni di euro di finanziamento da restituire in 60 mesi, più 24 mesi di preammortamento, con rate annuali da versare in fase con il ciclo commerciale dell’imprenditore. L’obiettivo è dare subito ossigeno a un settore che ogni giorno deve fare i conti con una concorrenza internazionale più agguerrita, rafforzare il tessuto imprenditoriale del territorio e formare nuove classi industriali in una delle industrie più rappresentative del nostro Paese. Il progetto di UniCredit Banca d’Impresa prevede invece di sviluppare la sua efficacia in un arco di tempo più lungo. I buoni risultati della vendemmia 2004 hanno confermato l’eccellente livello qualitativo raggiunto dai vini piemontesi, ma hanno anche evidenziato come essi soffrano della forte pressione delle aggressive politiche di marketing e di prezzo da parte della concorrenza internazionale, in particolare da parte di nuovi paesi produttori: Usa, Cile, Australia, Nuova Zelanda e Sud Africa. Di qui la convinzione che occorra intervenire per rafforzare la competitività delle imprese piemontesi del settore. Ed è quello che si propone UniCredit Banca d’Impresa con Wine & Food Lab, sviluppando nuove competenze, capitali e finanza per sostenere politiche di marca a livello internazionale, una maggiore incisività commerciale e di marketing, modalità organizzative e di gestione aziendale più efficienti.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli