02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

La fiera di Milano piazzista nel mondo dell’enologia con passaporto tricolore… Quest’anno, soltanto negli Stati Uniti, l’importazione di vini italiani di qualità è cresciuta del 15% rispetto al 2004 e oggi il vino made in Italy copre il 30% del mercato americano. Questo risultato pone in nostri prodotti enologici di qualità ai vertici del mercato Usa, ed è nettamente superiore all’incremento del 5% fatto registrare dai cugini francesi con il loro vini “Aoc”. Così anche la Fiera di Milano, sempre più impegnata nella crescita e nello sviluppo del nuovo polo fieristico di Milano-Rho, rilancia Miwine 2006, la rassegna internazionale del vino e dei distillati di qualità. La seconda edizione della manifestazione, dedicata ai produttori, agli operatori e agli amcii del vino, si terrà dal 14 al 16 giugno, nei nuovi padiglioni, sotto la vela di Massimilano Fuksas che proprio nei giorni scorsi è stata visitata dal presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. La data della manifestazione è stata annunciata qualche giorno fa “proprio sulla scia del consenso internazionale che suscita il nostro vino – come afferma Piergiacomo Ferrari, amministratore delegato di Fiera Milano, l’ente che organizza Miwine – per offrire al vino italiano e ai suoi produttori un palcoscenico adeguato alle migliori etichette del 453 vini Doc e Docg del nostro Paese”. “Etichette che si confronteranno – spiega ancora Ferrari – con quelle degli altri produttori europei e internazionali che parteciperanno alla rassegna mondiale di Mialno. Una delle novità della prossima edizione è infatti la massiccia partecipazione, per la prima volta, di produttori e operatori del settore vinicole di Australia, Romania e Spagna”. Nel frattempo, gli organizzatori di Miwine sono impegnati a presentare la rassegna su tutti i mercati mondiali, con seminari, workshop e degustazioni di alta qualità. Dopo Londra, Mosca, Washington, New York e San Francisco, le prossime tappe toccheranno questo mese Singapore per il Wine for Asia, dove si terrà anche un interessante evento in collaborazione con altre istituzioni per lanciare i migliori prodotti made in Italy. Toccherà poi a Shangai, per il gemellaggio tra le metropoli cinese e Milano, e ancora a Londra per il London Foreign Press Award. In dicembre Miwine si recherà in Russia, alla settimana del vino italiano, e poi a New York, con la camera di commercio italo-americana (arretrato del 20 novembre 2005).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli