02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

Un patto Italian style tra bollicine e design ... Il grande brindisi Gancia-Pininfarina... Bollicine e design, con due grandi firme dell’imprenditoria alleate per esportare un Italian Style targato Piemonte. Il nome Gancia è quello degli inventori dello spumante e attualmente la quinta generazione concilia una tradizione che data 1850 con l’innovazione e la sperimentazione. Pininfarina, dal 1930, è simbolo di linee armoniose ed eleganti, un’esperienza e una creatività giunta alla terza generazione seguendo un percorso che ha contribuito ad affermare, non solo attraverso le auto, la classe italiana nel mondo. Oggi i due nomi sono legati, oltre che da una lunga amicizia, in un progetto comune per lanciare una linea di “bollicine” Ganciaspeciali (Asti Spumante, Prosecco e Rosè) con una bottiglia esclusiva e una nuova capsula che facilita l’apertura firmate da Pininfarina. Il debutto del progetto risale a circa un anno fa e ora arriva il primo bilancio della partnership conclusa tra Lamberto Vallarino Gancia, presidente della holding di famiglia e Paolo Pininfarina, amministratore delegato dl “Pininfarina Extra” e vicepresidente del gruppo.
“La linea Gancia-Pininfarina, destinata ad una selezionata platea di ristoranti e alberghi - spiega Lamberto Gancia - ha centrato l’obiettivo di entrare nelle strutture di primissima categoria. La Russia, in particolare, che l’anno scorso ha visto raddoppiare le nostre vendite, continua a crescere con notevoli prospettive di sviluppo”. E proprio sulla terrazza del Bistrot restaurant di Mosca, è avvenuto il debutto ufficiale dei nuovi prodotti a quattro mani. Ma intanto Gancia mette a punto nuove strategie in Asia e Nord Europa, oltre a definire quella con i distributori di Germania e Svizzera per valorizzare la linea Pininfarina in importanti gruppi di acquisto. Le vendite della storica cantina di Canelli aunmentano in tutte le aree che danno segnali di potenziale crescita, consolidando la posizione dove il marchio italiano è presente da tempo e piantando la bandiera anche su nuovi mercati: dalla Norvegia, all’Islanda e alla Finlandia dove Gancia leader nel segmento d’Asti Spumante, alla Turchia. In Giappone, storico mercato da oltre mezzo secolo, Gancia mantiene la leadership nella classifica delle vendite. Poi ci sono i Paesi baltici, dove la penetrazione è cominciata proprio nei primi mesi di quest’anno, l’Ucraina, la Polonia e il Kazakistan.

In generale l’export gioca un ruolo sempre più importante per l’azienda, tanto che le previsioni sui conti 2007 indicano una crescita dal 20 al 25% sul totale del fatturato. L’Asia è prioritaria nel futuro sviluppo delle esportazioni e in particolare per la Cina si è passati ad una nuova impostazione strategica, con l’apertura di un ufficio a Shanghai in cui personale cinese presidia il mercato, individua opportunità, propone nuovi accordi commerciali in stretta collaborazione con il management italliano. Il rafforzamento coinvolge anche altri mercati asiatici interessanti come Corea del Sud, Taiwan, Malesia, Singapore. E un’attenzione particolare viene dedicata all’India, immenso Paese che ha grandi potenzialità di crescita. Un percorso che non esclude i cieli, visto che Gancia per tre anni offrirà il suo spumante ai passeggeri della compagnia di volo statunitense Northwest Airlines (gruppo Skyteam) nei lounge di prima classe e business dei voli intercontinentali.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli