02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

Zucchero stop, Parigi vuole la dealcolizzazione industriale ... Dietrofront Francese... Vino “dealcolizzato”. E’ la nuova linea che alcuni Stati Ue tentano di varare per sottrarre dal vino tradizionale, con tecniche industriali, una parte dell’alcol prodotto naturalmente. Un sistema oggi vietato, ma che spunta nei negoziati sui regolamenti di applicazione della riforma del vino, appena entrata in vigore. L’idea avanzata dalla Francia è stata raccolta in un documento non ufficiale degli uffici agricoli di Bruxelles. L’impatto di questa pratica, chiamata “dealcolizzazione parziale”, non sarebbe secondario, in primo luogo per le conseguenze che potrebbe avere su qualità e immagine del vino europeo tradizionale. Di fatto nelle aree del centro-nord Europa, come Francia e Germania, si potrebbe produrre un vino, manipolato industrialmente, con un titolo alcolometrico minimo dell’8,5% senza la possibilità di ricorrere all’arricchimento con zucchero. Un elemento che solleva un problema di coerenza con la riforma del settore, visto che sono stati proprio i Paesi del Nord a fare fronte comune per ottenere il mantenimento del ricorso al saccarosio nell’arricchimento dei vini, contro l’Italia che da sempre lo vieta e si è battuta per eliminarlo in tutta Europa.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli