02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Stampa

Ad Alba rassegna enologica di primavera ... Barolo e Barbaresco con una nuova identità protagonisti della edizione 2009 di “Vinum”... Dopo Vinitaly di Verona, ecco Vinum di Alba: sotto le torri medievali è iniziata ieri (sabato) la 33a edizione della rassegna, un’occasione straordinaria per scoprire le Langhe e il Roero, degustare e incontrare a tu per tu gli uomini e le donne del vino. Oggi i padiglioni rimarranno aperti fino alle 19, con approfondimenti dedicati ai vini del Piemonte e con le Enoteche regionali in prima fila. Da venerdì 1 a domenica 3 maggio, Vinum ritornerà in scena con la partecipazione diretta di oltre trecento produttori di Langa e Roero, di aziende e realtà delle regioni italiane e internazionali. Anche l’edizione 2009 conferma il percorso lungo le principali piazze e palazzi della città ribattezzati con i nomi dei grandi vini locali. Ecco allora che torneranno piazza Langhe e Roero (con padroni di casa Barolo e Barbaresco, Barbera d’Alba e Dolcetto, Roero e Arneis), piazzetta Asti e piazza Piemonte. Dalla Francia, arriveranno i vigneron della Borgogna e di Chateauneuf du Pape. Il Consorzio di tutela albese presenterà al pubblico le carte tematiche delle menzioni geografiche aggiuntive del Barolo e del Barbaresco, che presto potranno essere inserite in etichetta. A differenza dei cru francesi, le menzioni geografiche
aggiuntive non connotano vini di qualità superiore, bensì indicano vini prodotti esclusivamente con uve provenienti da quella particolare zona. L’introduzione nei Disciplinari di produzione consente di definire sempre meglio
la piramide qualitativa, di esaltare il legame tra prodotto e territorio, di segmentare meglio il mercato e di avere la
massima chiarezza in etichetta a vantaggio del consumatore.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli