02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LOTTA ALLE AGROMAFIE

Le agromafie piaga sociale da 24,5 miliardi di euro. Sul tavolo di Governo la revisione delle norme

Le norme in merito risalgono ai primi del 1900, il Ministro della Giustizia Bonafede si affida a Giancarlo Caselli e Osservatorio Agromafie
AGROMAFIE, BONAFEDE, GIANCARLO CASELLI, MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, Non Solo Vino
Agromafie, il Ministero della Giustizia chiama in campo Giancarlo Caselli

Le agromafie gestiscono un volume di affari per un totale annuo di 24,5 miliardi di euro, cifra che è aumentata del 12,4% nell’ultimo anno come riporta Coldiretti. Si prospetta dunque necessario un intervento a livello legislativo per arginare il fenomeno, dato che le norme in vigore sono risalenti al 1900.
Il Governo si è dimostrato reattivo alla questione e il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede ha chiesto la collaborazione di Giancarlo Caselli e dell`Osservatorio Agromafie per procedere alla revisione delle leggi in materia.
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Ettore Prandini che descrive così le agromafie: “l’innovazione tecnologica e i nuovi sistemi di produzione e distribuzione globali rendono ancora più pericolose le frodi agroalimentari che per questo vanno dunque perseguite con nuovi sistemi di indagine e un aggiornamento delle norme penali. Le agromafie sono diventate molto più complesse e raffinate e non vanno più combattute solo a livello militare e di polizia ma vanno contrastate a tutti i livelli: dalla produzione alla distribuzione fino agli uffici dei colletti bianchi dove transitano i capitali da ripulire.”

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli