02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VACANZE IN AGRITURISMO

L’estate non è finita: per Coldiretti a settembre ancora un milione di italiani in agriturismo

I vacanzieri di settembre sono attirati dalla vendemmia e dalla raccolta dei funghi: l’agriturismo è la formula vincente per chi vuole natura e relax
AGRITURISMI, Coldiretti, ESTATE, FUNGHI, SETTEMBRE, vino, Non Solo Vino
L’agriturismo è la meta perfetta per chi ama il connubio tra relax e natura

Chi dice che l’estate e le vacanze sono finite si sbaglia di grosso: settembre è, per molti italiani, il mese perfetto per godersi qualche giorno di relax. I prezzi delle strutture ricettive è infatti più basso rispetto ai mesi di luglio ed agosto, e inoltre per gli amanti della natura e della pace della campagna, settembre è il mese adatto per una vacanza in agriturismo. Secondo Coldiretti infatti, saranno oltre 1 milione gli italiani che si godranno gli ultimi giorni d’estate proprio in agriturismo, attratti dalle attività legate a doppio filo con la campagna e con questo mese, ovvero la vendemmia e la ricerca dei funghi. Ma non solo: se la capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è la caratteristica più apprezzata, gli agriturismi in Italia hanno arricchito la propria offerta, sottolinea la Coldiretti, con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking o attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, corsi di cucina e wellness. Secondo un’indagine Coldiretti/Ixè, comunque, niente batte il legame che questo tipo di struttura crea, e fa vivere, ai propri ospiti con il mondo enogastronomico del territorio: la maggior parte degli ospiti in agriturismo nel 2018, ha infatti scelto di visitare frantoi, malghe, cantine, aziende agricole o mercati degli agricoltori per acquistare prodotti locali a chilometri zero direttamente dai produttori e ottimizzare il rapporto prezzo/qualità. Un’opportunità, sottolinea la Coldiretti, garantita dalle circa 23.000 aziende agrituristiche presenti in Italia che sono in grado di offrire un potenziale di più di 245.000 posti letto e quasi 450.000 coperti per il ristoro, oltre a 11.400 mila piazzole per l’agricampeggio e a circa 1500 attività di fattoria didattica per i più piccoli. Rivolgersi direttamente al produttore, continua la Coldiretti, è anche una occasione per conoscere non solo il prodotto, ma anche la storia, la cultura e le tradizione che racchiude dalla voce di chi ha contribuito a conservare un patrimonio che spesso non ha nulla da invidiare alle bellezze artistiche e naturali del territorio nazionale.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli