02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Libero

Le sensazioni del sommelier ... Quella sera a New York con i protagonisti del gossip: Brunello amazing!... Ottobre 2006, LosAngeles di ritorno da Napa Valley per conoscere un po’ i vignaioli americani. Lo sbalzo di temperatura mi aveva “donato” un mal di gola pazzesco: ero quasi afona e il giorno dopo dovevo parlare in radio dall’Italia. Dovevo rimediare. Oltre alla sosta in farmacia, avevo prenotato un tavolo all’Osteria Angelini, dal mio amico Gino, romagnolo Doc e fra i più apprezzati cuochi italiani “veri” come dice il Times. Nel suo menù è fisso il minestrone e se c’è una cosa che mi fa stare meglio e funge da rimedio della nonna è proprio questo piatto. Il venerdì per un dinner al 7313 di Beverly Blvd e prenotando un tavolo fra i pochi all’esterno hai una visione unica di quel quartiere. La prima cosa che ti colpisce è la comunità ebraica lì concentrata. Sono per lo più ebrei russi arrivati alla fine degli anni ‘70, e mentre leggi il menù il brusio di sottofondo è “Shabbath Shalom”. Ansiosa della mia minestra mi si siedono accanto due bei tipi, ci credo fossero belli, visto che erano Justin Timberlake e Cameron Diaz rispettivamente produttore e cantante pop ed una delle più pagate attrici di Hollywood. Erano silenziosi e discreti, lui col cappellino da baseball d’ordinanza e lei fasciata dalla pashmina. Ordinano il piatto forte di Angelini: lasagne
verdi, un omaggio alla nonna Elvira, tanta focaccia al rosmarino e una bottiglia di Brunello. Wow!
ma bravi, pensai. La cosa che mi colpì fu il loro silenzio a tavola, che durò anche quando arrivò la focaccia e si protrasse fino al primo sorso di Brunello. Lì Justin si tirò indietro sulla sedia alzò il calice ed esclamò un estatico: amazing! Io sorrisi mentre gustavo il minestrone e pensavo a quel vino che sapevo si stava esprimendo con profumi di fragoline di bosco, pennellate di felce e ciliegie, chicchi di caffè, erbe officinali e toni mentolati con quel tannino levigato e persistenza un po’ boisè. Finirono il vino, le lasagne, quasi muti tenendosi la mano. Dopo pochi mesi aprendo una rivista di gossip venni a scoprire che i due si erano lasciati, da amici diceva il comunicato, e si si vociferava che lui avesse capitolato a Scarlett Johansson. Mi tornò in mente quella cena; quell’unico commento esternato a gran voce e l’emozione, forse nell’ultimo loro intimo randez vous: amazing Brunello!

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli