02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Libero

Amarone, Cartizze e Friulano uniti ... Progetto “Il vino e...”... Una triade in missione. Penso sia la definizione più azzeccata per le tre aziende del Nord Est italiano che il 28, 29 e 30 aprile 2011
ospitano un viaggio della mente e dei sapori tra la Valpolicella, il Collio e la laguna di Venezia. “Il vino e...” è l’evento che vuole promuovere e raccontare il territorio e le radici culturali dei suio grandi vini: il Cartizze, l’Amarone e il Friulano. Tre straordinarie eccellenze della viticoltura raccontate dai tre grandi viticolturi del Triveneto: la tenuta “Venissa” a Mazzorbo Burano (Ve),
sede di uno dei più antichi vigneti autoctoni ad opera della Famiglia Bisol, storica produttrice di Valdobbiadene Prosecco Superiore; la Masi Agricola in Valpolicella (Vr), leader mondiale nella produzione di Amarone, e Villa Russiz nel Collio. Un progetto originale lanciato in due grandi contenitori, il Festival Città Impresa 2011 e il Nordest Capitale Europea della Cultura, ai quali ha aderito anche il Vinitaly di Verona come partner. Un progetto
ideato da Daniela Basso e Michela Signori che hanno sposato il mondo del vino e ci credono come eccellenza legata alla vita e ai suoi molteplici aspetti: il cibo, la poesia, l’arte, la musica. Tre serate con protagoniste terra, vino e storie cantate da Gualtiero Bertelli che accompagnerà i tre filò col sottofondo di fisarmonica e archi. Il ritmo antico di una ballata per eguagliare il ritmo antico del lavoro dei contadini sui campi, per evocare lo spirito dei canti all’imbrunire nelle stalle, per
ascoltare, per conoscere. Perchè “se non conosco, non riconosco”, e oggi il Salone del Vinitaly ne offre un’anteprima presso lo stand del Friuli
Venezia Giulia. Per info sul programma e prenotazioni www.festivaldellecittaimpresa.it.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli