02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Libero

Le sensazioni del sommelier ... Quei profumi del Sassicaia fanno sognare... Bacche rosse dolci, noce moscata e caffè che partono dalla terra del Barbaresco e poi nella selvaggia Sardegna ricca di note di corbezzolo, eucalipto, viola e in Toscana, dove fra tanti vini favolosi troviamo il tuo capolavoro: il Sassicaia. Diventato simbolo dell’Italia che produce vini di qualità grazie a quella
trama olfattiva nobile e unica. Meravigliosi ribes e mirtilli, bacche di ginepro e dragoncello, con un
rimando di pepe nero, tabacco, radici e macchia mediterranea. Ricordo ancora la prima volta che vidi “Sideways” impazzendo letteralmente quando Virginia Madsen risponde alla domanda di uno strepitoso Paul Giamatti che il suo vino preferito è proprio un Sassicaia! In mezzo a tanti vini francesi acclamati come uno Chateau Cheval Blanc del 1961 e l’esaltazione del Pinot Nero, lui, il Sassicaia annunciato in quel “frame” fa impazzire, sognare e sperare di averlo. L’ho rivisto proprio l’altra sera quel film sul pc sotto alle lenzuola (in giusta compagnia questa volta) e mi emozionavo
ancora! Ci fai desiderare e sognare molto con i tuoi vini Tachis, e questo so che ti piace, perché fa parte della tua essenza e del tuo essere. Merci monsieur Tachis i sensi grazie a te ci rendono molto più felici!

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli