02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Libero

Vino “sfuso” da ripensare ... Rivedere la definizione “doganale” di vino sfuso, perché oggi tutto quello che viaggia in contenitori superiori a 2 litri lo è, e questo “falsa” le statistiche e le rilevazioni che studiano i flussi sul mercato. Lo propone l’Oiv-Organisation Internationale de la Vigne et du Vin. “Il mercato dello sfuso” spiega il dg Federico Castellucci a WineNews “è stato stimato, nel 2011, in 38 milioni di ettolitri e rappresenta il 38% del volume totale degli scambi. Ecco perché è necessario distinguere meglio il vero sfuso dal vino confezionato anche se in contenitori capienti”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli