02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LEGISLAZIONE

Lombardia, nella nuove legge della Regione, in agriturismo solo vino (e pesce) lombardo

Una proposta destinata a far discutere, dettata dalla volontà di promuovere le produzioni locali
AGRITURISMO, VINI LOMBARDI, Italia
Agriturismi, leva dell’agroalimentare lombardo

Negli agriturismi della Lombardia verrà venduto solo vino (e pesce) prodotto in Lombardia. È una proposta destinata a far discutere, ma è mossa da un principio condivisibile, ossia la volontà e l’esigenza di promuovere le produzioni locali, come spiega l’assessore all’Agricoltura della Lombardia Fabio Rolfi, che ha presentato la nuova legge che riordina il settore che verrà votata definitivamente martedì. “L’obiettivo è chiaro: negli agriturismi lombardi devono esserci prodotti lombardi. Grazie a questa legge gli agriturismi saranno veri e propri ambasciatori del nostro territorio. Alziamo la soglia minima di prodotti dell’azienda agricola e anche quello di prodotti lombardi; sono molto soddisfatto di un aspetto: con questa norma gli agriturismi della nostra regione serviranno 100% vini lombardi e pesce lombardo. Gli agriturismi sono in forte crescita e la Lombardia è una meta turistica da sfruttare. Il turista cerca sempre di più una esperienza sensoriale e per questo dobbiamo puntare sulla distintivitá della nostra offerta agroalimentare. Nella nostra regione ci sono quasi 1.700 strutture - ha ricordato l’assessore -. Alzare la soglia minima dei prodotti locali significa anche bloccare i furbi che si nascondono dietro all’etichetta di agriturismo. Dall’altro lato si valorizza davvero chi crede in questa attività”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli