02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E TERRITORI

Lugana: su imbottigliamenti e valori, giù le giacenze. Sbloccato il 50% dello stoccaggio

A dirlo il Consorzio guidato da Ettore Nicoletto. Grande fiducia nella ripresa, anche grazie ad una vendemmia 2020 di grande qualità
CONSORZIO, ETTORE NICOLETTO, LUGANA, VENDEMMIA, Italia
I vigneti del Lugana affacciati sul Lago di Garda

Continua a crescere il mercato del Lugana, il vino bianco del Lago di Garda che nasce dall’uva Turbiana, e tra quelli con la maggiore propensione all’export: secondo i dati del Consorzio, guidato da Ettore Nicoletto, nel primo trimestre 2021 sono cresciuti in doppia cifra sia gli imbottigliamenti (+ 11,2%), che i prezzi, sia per l’uva (+ 24%) che soprattutto per il vino sfuso (+ 69%), secondo i dati della Camera di Commercio di Verona. Ed il calo del rapporto tra giacenze alla fine di marzo e imbottigliato, nei 12 mesi precedenti, dà un quadro ottimistico della performance della Denominazione che ha convinto il Consorzio di Tutela - spiega una nota - a deliberare lo sblocco del 50% del vino sfuso attualmente posto a stoccaggio.
La proposta ha riscosso il parere favorevole delle Regioni Lombardia e Veneto, ed ha, quindi, permesso di rendere disponibili 8.900 ettolitri di vino alla filiera di produttori di Lugana Doc. Ed a regalare fiducia alla denominazione è anche la qualità dell’annata 2020. 
“La vendemmia 2020 ci ha dato dei vini dotati di grandissimo equilibrio, grazie alle notti fresche, che hanno preservato l’acidità e l’eleganza tipica della Turbiana, e a un andamento termico che ha consentito una grande espressione aromatica. Sarà un’annata estremamente piacevole nell’immediato, ma, facendo una previsione, crediamo che sarà ricordata soprattutto per delle tipologie Riserva memorabili. Il Lugana Riserva deve invecchiare o affinarsi per almeno 24 mesi, di cui 6 in bottiglia. Si caratterizza per toni cromatici più accesi, profumi più evoluti e complessi, una mineralità più calda al palato e una potenzialità evolutiva che può tranquillamente dipanarsi lungo una decina d’anni” racconta il presidente del consorzio, Ettore Nicoletto. E, intanto, il Lugana si ritaglia sempre più spazio anche sulla scena nazionale.
Secondo il Consorzio, “il 2021 lo ha consacrato primo fra i vini bianchi nazionali nella Gdo (dati primo quadrimestre), oltre ad essere, in termini percentuali, quello che, negli ultimi due anni, ha fatto registrare l’incremento più importante in questo canale: +135%, nel confronto fra i primi 4 mesi 2019 e quelli del 2021.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli