02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ESPORTAZIONI MADE IN ITALY

Mai così tanta pasta italiana sulle tavole del mondo. Nel 2020 l’export vola a 3,1 miliardi di euro

Analisi Coldiretti: con crescita del +16% è record storico. Bene Asia e Uk nonostante la Brexit, gli Usa (+40%) superano Francia e Germania
2020, Coldiretti, EXPORT, PASTA, Non Solo Vino
Pasta italiana, nel 2020 l’export vola a 3,1 miliardi di euro (+16%)

Mai così tanta pasta italiana è stata consumata sulle tavole di tutto il mondo. La pandemia ha spinto al record storico le esportazioni di uno dei prodotti simbolo del Made in Italy, che nel 2020 hanno raggiunto un valore superiore a 3,1 miliardi di euro, segnando un balzo del 16%, in netta controtendenza con l’andamento generale del made in Italy. A rivelarlo è un’analisi della Coldiretti su dati Istat. Gli Stati Uniti sono diventati i maggiori consumatori mondiali di pasta italiana fuori dai confini nazionali grazie ad un +40% che consente il sorpasso su Francia (+4%) e Germania (+16%), ma corre, nonostante la Brexit, anche la Gran Bretagna (+19%). Rilevante è la crescita negli altri Continenti, con un aumento significativo in Australia (+39%), Cina (+23%) e Giappone (+16%).
Un trend, evidenzia la Coldiretti, favorito anche dall’interesse nato pure all’estero per la pasta certificata 100% italiana, grazie all’etichettatura di provenienza delle materie prime sulle etichette degli alimenti che ha portato nel febbraio 2018 all’obbligo di indicare l’origine del grano impiegato nella pasta e ha spinto le principali industrie alimentari a promuovere delle linee produttive con l’utilizzo di cereale interamente prodotto sul territorio nazionale. Un fenomeno che ha coinvolto quasi tutti i principali marchi del Belpaese.
A trainare gli acquisti di pasta, ricorda la Coldiretti, è stata anche la tendenza dei cittadini mondiali a non rinunciare a portare in tavola uno dei simboli del made in Italy nonostante il blocco diffuso delle attività di ristorazione che ha riguardato un po’ tutti gli stati. L’Italia resta è il Paese con il più elevato consumo di pasta per un quantitativo di 23,5 chilogrammi a testa contro i 17 chili della Tunisia, seconda in questa speciale classifica seguita da Venezuela (12 kg), Grecia (11 kg), Cile (9,4 kg), Stati Uniti (8,8 kg), Argentina e Turchia a pari merito (8,7 kg).

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli