02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nel mondo del vino arriva anche la guida alle migliori etichette firmata da VeronaFiere e Vinitaly: “5 Star Wines”, che aveva preso il posto del Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly, si evolve ancora e diventa “5 Star Wine - The Book”

Italia
“5 Star Wines”, nel mondo del vino arriva anche la guida alle migliori etichette firmata da VeronaFiere e Vinitaly

Nel mondo del vino arriva anche la guida alle migliori etichette firmata da VeronaFiere e Vinitaly:
“5 Star Wines”, che, nel 2016, aveva preso il posto del Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly, si evolve ancora e da premio enologico internazionale diventa adesso un libro, “5 Star Wine - The Book” ed una app, dove saranno segnalati i vini che saranno giudicati con un punteggio superiore ai 90 centesimi.
I vini in lizza per il riconoscimento saranno giudicati, dal 31 marzo al 2 aprile, a pochi giorni da Vinitaly 2017 (9-12 aprile, Verona, www.vinitaly.com), da una giuria internazionale, che, sotto la guida di Ian D’Agata, direttore scientifico di Vinitaly International Academy, e di Stevie Kim, al vertice di Vinitaly International, vede come general manager quattro nomi di primo piano della critica internazionale, come il sommelier svizzero di fama internazionale Paolo Basso, il direttore del “Le Figaro - Vin” Bernard Burtschy, l’inglese Robert (Editor-at-large di Meininger’s) e il Master of Wine spagnolo Pedro Ballesteros Torres, e un panel di giudici da tutto il mondo, come si legge sul sito www.5starwines.it.

Con “5 Star Wine - The Book”, la “nuova straordinaria guida del vino pubblicata da VeronaFiere”, si legge ancora sul portale, che si propone come uno “strumento di marketing”, grazie ad una “costante azione promozionale” supportata da Vinitaly International, negli eventi nazionali ed internazionali, attraverso, tra le altre cose, “la cooperazione tra i produttori di vino italiano ed i key player del mercato mondiale, una ampia diffusione della guida in eventi, momenti business to business mirati, degustazioni e show case differenziati, l’utilizzo della forza virale dei social media e le iniziative di formazione”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli