02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ACQUISTI ONLINE

Nielsen: il 28% delle famiglie italiane compra prodotti alimentari online, boom tra i baby boomers

Le esperienze di Amazon, Coop Italia e Eataly nell’incontro “Cibo: territorio, servizi ed innovazione”
CIBO, ECOMMERCE, FAMIGLIE ITALIANE, NIELSEN, Non Solo Vino
Nielsen: il 28% delle famiglie italiane compra prodotti alimentari online

Il 28% delle famiglie italiane ha effettuato almeno una spesa alimentare online nel 2017 (6,9 milioni di acquisti, in crescita del +23% sul 2016), e la classe di età con il maggiore tasso di crescita (+28%) sono i baby boomers, oltre metà dei quali (53%) acquista oggi cibo online. Quali le motivazioni di acquisto? Vicinanza e velocità, innanzitutto, ma anche facilità ed efficienza sono i principali driver, mentre i nuovi prodotti vengono scelti principalmente per comodità (22%) o perché “semplificano la vita” (19%). Da notare infine che il negozio fisico rimane fondamentale: vengono effettuate in-store il 63% delle scelte di prodotto e il 67% di quelle di brand. Ecco il panorama fotografato da Nielsen nell’incontro “Cibo: territorio, servizi ed innovazione”, organizzato da Fiera Milano e TuttoFood, cui hanno partecipato i maggiori player del settore, tra cui Amazon, Coop Italia e Eataly.
“In Italia abbiamo cominciato a consegnare prodotti alimentari attraverso il servizio Prime Now nel 2015 a Milano - spiega Giulia Polci, senior business development manager di Amazon Prime Now - ed è stato subito un grande successo. Da un mese abbiamo aperto con lo stesso successo il servizio a Roma. Tra i prodotti più richiesti ci sono acqua, frutta e verdura, ma non mancano le curiosità. Lo scorso Natale abbiamo ricevuto alle 22.58 della vigilia una richiesta di consegna per 12 panettoni: grazie alla consegna in un’ora questo cliente ritardatario si era assicurato l’arrivo per mezzanotte”.
“Abbiamo portato nella disintermediazione gli stessi valori che caratterizzano i nostri negozi fisici - commenta Simone Gerola, direttore digital di Coop Italia - Easy Coop - e i valori della tradizione, ad esempio promuovendo i prodotti a marchio Coop che rappresentano un 35-40% delle vendite. Ma siamo molto attenti anche al contenuto di servizio, ad esempio attraverso la scelta accurata dei partner. Nelle tre zone dove siamo attivi, Roma, Emilia e Veneto, mettiamo molta cura nella scelta e promozione di prodotti del territorio”.
“Per Eataly l’eCommerce è stato una sfida nella sfida - conclude Andrea Casalini, Ceo di Eataly Net - perché il nostro era già un modello di business molto innovativo, che quasi porta il territorio dentro il negozio con la sua selezione così particolare di prodotti. Anche per questo, il carrello-tipo degli acquisti in negozio non è molto diverso da quello online, ma cambiano le modalità. In negozio il cliente viene soprattutto per esplorare e scoprire nuovi prodotti, prodotti che poi magari acquista in quantità maggiori online valorizzando la comodità e la rapidità di questo canale”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli