02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CULTURA E AMBIENTE

Non solo arte e bellezza: al Louvre si produce anche miele. Da Parigi un gesto di amore per le api

La novità al giardino delle Tuilieres, uno dei polmoni verdi della capitale, che si trova ai piedi del museo. Obiettivo: salvaguardare la biodiversità

Dal Museo più famoso del mondo arriva una azione concreta che guarda alla sostenibilità: al giardino delle Tuilieres di Parigi, uno dei polmoni verdi della capitale francese che si trova ai piedi de Louvre, si è raccolto il miele. Arriva perciò un passo fondamentale di un progetto iniziato nel 2018 con l’insediamento di oltre 300.000 api nel Domaine National du Louvre et des Tuileries, che, di fatto, diventò anche una dimora per coloro che sono riconosciute come le “sentinelle dell’ambiente”.
Il Louvre aveva aperto, per la prima volta, le porte del Jardin Raffet, a pochi passi dal Pont des Arts, per installarvi, grazie al sostegno di Nuxe, marchio francese di cosmetica, un prato fiorito di 400 metri quadrati e sei arnie. In un'ottica di sviluppo sostenibile le api si muovono liberamente proprio in questo spazio verde a loro dedicato. Il Louvre ha un forte legame con questo prezioso insetto da cui nasce il prelibato miele, alimento dalla nobile tradizione. Le api sono state adottate come simbolo imperiale e visibili su alcune facciate esterne del museo e su numerose opere. Le api stanno vivendo un lungo momento difficile, problemi ambientali ne minacciano l’estinzione: per questo che un’istituzione culturale come il Louvre se ne occupi per la loro tutela si trasforma, di riflesso, in un messaggio importante per la salvaguardia delle biodiversità.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

TAG: API, LOUVRE, MIELE

Altri articoli

TAG: API, LOUVRE, MIELE