02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E CULTURA

Non “solo” bar e ristoranti: il 19 maggio, in Francia, riapre anche la Citè du Vin di Bordeaux

Con accessi limitati, mascherine e così via, riapre i battenti uno dei luoghi della cultura del vino più visitati al mondo
Archivio
La Citè du Vin di Bordeaux

Il 19 maggio, in Francia, sarà il giorno della riapertura di bar e ristoranti (con il coprifuoco fino alle ore 19) ma non solo. A riaprire i battenti sarà anche la Citè du Vin di Bordeaux, uno dei musei e dei luoghi della cultura del vino più visitati al mondo. Dalle ore 10 di mercoledì 19 maggio, spiega un comunicato, sarà così possibile tornare a visitare le esposizioni permanenti della Citè, così come quella temporanea “Drinking with the gods”, aperta fino al 29 agosto ed incentrata sul legame tra il vino e religioni in epoca greca e romana. Ovviamente, con tutte le limitazioni del caso: accessi limitati, mascherina, gel igienizzante e così via.
“Non vediamo l’ora di accogliere nuovamente i visitatori dopo questa lunga chiusura. Tutto è pronto per il loro ritorno e speriamo, come l’estate scorsa, che vengano in gran numero”, dice il dg della Citè du Vin di Bordeaux, Philippe Massol.
Intanto, per chi non potrà andare o non vuole aspettare, continua la possibilità della visita virtuale sul sito della Cité du Vin.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli