02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Trionfa il calice di Sanpa Doc: i Sommelier premiano il vino della comunità. Andrea Muccioli spiega il perché ... I ragazzi di Andrea Muccioli, a San Patrignano, possono per regola ferrea berne soltanto un bicchiere a pasto. Ma il sangiovese e il bordolese firmati “Sanpa” e prodotti in 100 mila bottiglie nei 60 ettari della comunità convincono molti affezionati degustatori. Al punto che la tenuta gestita dal figlio del fondatore della comunità ha appena incassato il premio dell’Associazione Italiana Sommelier come migliore azienda dell’anno.

Qual è la motivazione del premio?

L’Ais ha visto nei ragazzi l’impegno sulla qualità e la creatività: l’originale mix delle uve Cabernet, Merlot e Petit Verdot, che fa nascere il nostro taglio Bordolese ha grande successo.

Chi compra il vino di Sanpa?

Finisce s tavole importanti in Svizzera, Spagna, Germania, Regno Unito, Stati Uniti e Giappone. Ma la richiesta è tale che dovremo arrivare a produrre 450 mila bottiglie l’anno.

Il vino non è una tentazione per i ragazzi?

Ma no, fa parte dei piaceri della vita. Non si deve bere con l’idea di sballare. La moderazione è tutto. Sarebbe come dire che giocare a carte o fare sesso sono l’anticamera di una dipendenza.

E lei beve?

Certo, è un rito, moderato, del mio quotidiano. Quando si abusa, è il segnale che non si sta bene con se stessi.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli