02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

La vocazione di MisterTir ... Imprenditore in Canada, Tolaini fa rossi di qualità in Toscana... Ecco un altro imprenditore che fa vino e in 8 anni è riuscito a ottenere risultati di primissimo ordine. Come ammette lui stesso, Pierluigi Tolaini è più conosciuto in Canada che in Italia. Lì, con 1.000 tir, ha la più grossa impresa di autotrasporti. Qui, nella sua Toscana, ha una splendida azienda vinicola a Castelnuovo Berardenga, in provincia di Siena (www.tolaini.it).
Perché, dice Tolaini, “i tir corrono, la vite mette le radici”. Ma Mister Tir non s’accontenta di fare il vino per berselo in Canada con i suoi influenti amici. Vuole un prodotto di successo che lo faccia conoscere in Italia come in Canada. Ha fatto le cose al meglio e il vino è di grande qualità.
Il pezzo forte è il Picconero: due terzi di Merlot, un terzo di Cabernet Sauvignon, uno spruzzo di Petit Verdot. Ho assaggiato l’annata 2004. È un vino poderoso, autorevole, con musiche forti di ottoni più che di archi. In enoteca può arrivare a 50 euro e deve vedersela con una concorrenza molto forte e competitiva. Nel Valdisanti 2004 il Cabernet Sauvignon raggiunge i tre quarti, integrato al 20 per cento da Merlot con uno spruzzo di Cabernet Franc. Anche se i vitigni sono foresti, si sente il profumo della Toscana e la vocazione verso un Supertuscany. Il prezzo in enoteca oscilla tra i 25 e i 28 euro.
Buono anche il vino junior della casa. Si chiama Al Passo e assaggiandolo senza conoscerne l’uvaggio ho avvertito il profumo inconfondibile del Chianti. E infatti qui il Sangiovese è all’85 per cento e lo sposalizio col Merlot è perfettamente riuscito (16-18 euro).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli