02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Valle d’Aosta d’autore … Galeotta fu una mostra. Era il 969 e Dauphin Grosjean, vignaiuolo di Quart, decise di esporsi in prima persona alla li Exposition des vins du Vallée d’Aoste. Fu una buona idea. Quarant’anni dopo l’azienda, gestita ormai anche dai cinque figli maschi, è probabilmente la migliore del Campione di casa è il Fumin Vigne Rovettaz 2007: sapore alto, pastoso con un bel retrogusto. Ma a mio giudizio merita un’attenzione superiore a quella abitualmente riconosciutagli il Torrette superieur Vigne Rovettaz 2008. A chi scrive piacciono, i rossi con qualche tratto di morbidezza e questo vino corrisponde perfettamente alle attese con il sapore accattivante, i tannini che cantano a voce bassa e un buon rapporto tra la qualità e il prezzo. Molto più duro, anche se pastoso e gradevole, il Cornalin 2008, mentre nel Pinot noir Vigne Tzeriat
2007 l’esplosione dei tannini compromette la tradizionale allusività intrigante del vitigno.
Fresco, di facile beva, ma con qualche tratto aristocratico il Petite Arvine 2009. Garbato il Muscat Petit Grain.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli