02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Storie di vini ... Un Sangiovese dal tono baritonale... Quando il Signore decise di costruire sulla terra un angolo di Paradiso dove farsi un buon bicchiere di vino, pensò a Montalcino. E quasi un secolo fa un imprenditore illuminato fondò su una meravigliosa collina l’azienda vinicola Argiano che subito dopo la Prima guerra mondiale già raggiunse il massimo dei riconoscimenti dell’epoca. Da allora Argiano ha avuto alti e bassi ed è ora tornata allo splendore antico con alcuni grandi rossi di prezzi variabili a seconda della qualità. Il mio vino preferito è il Suolo 2007 (Sangiovese grosso in purezza): ha tutta la voce baritonale di un grande vitigno toscano. Sovradimensionato per il prezzo mi è apparso il Solengo dello stesso anno. Intendiamoci, è un Super Tuscan molto piacevole, diviso in quote simili tra Merlot, Cabernet Sauvignon, Petit Verdot e Syrah. Ma 60 euro sono pur sempre 60 euro. Ottimo, molto pastoso e intrigante è il Brunello 2006. E se si vuole un vino di minore impegno, ma di qualità notevole, con un prezzo incoraggiante, si vada al Rosso di Montalcino, tonico, piacevole, serioso. In ogni caso, complimenti.
Prezzi indicativi di vendita in enoteca:

Brunello di Montalcino 2006 35 euro
Rosso di Montalcino 2008 15 euro
Solengo 2007 60 euro
Suolo 2007 75 euro
Info: argiano@argiano.net

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli