02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Storie di vino ... Spumante poco caro, con cui pasteggiare ... Fare il vino è bello perché la “fabbrica” sta quasi sempre in luoghi badati dal Signore. Il fascino cresce quando la vigna circonda una residenza di particolare pregio architettonico come quella della famiglia Bonomi, che ha esteso le sue proprietà enologiche del Veneto alla Toscana e, nel nostro caso, alla Franciacorta. Il Cordelio Curtefranca, il solo rosso della casa che ho assaggiato, è un uvaggio di cinque componenti a prevalenza Cabernet Sauvignon e Merlot. Tannico e pastoso al punto giusto, si completa con un retrogusto ineccepibile. Fra gli spumanti, che rappresentano ovviamente i punti di forza dell’azienda, mio prediletto è uno dei meno cari, il Cru Perdu Brut, ottimo per pasteggiare, come ha testimoniato la soddisfazione dei miei commensali. L’ho preferito all’Extra Brut Cuvée Lucrezia 2004, che pure costa quasi il triplo e tuttavia ha sedotto il mio palato che ha un debole per gli spumanti impreziositi dal fascino del tempo. Lo stesso piacevole retrogusto d’antico si trova nel Franciacorta Millesimato Brut 2005 (metà Chardonnay e metà Pinot nero), mentre il Rosé Brut Pinot nero in purezza è uno spumante tosto, buono per pasteggiare più che per l’aperitivo, in virtù della sua notevole sostanza, arricchita dall’ottimo retrogusto.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su