02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Dal Piemonte un’eccellenza made in Italy ... Grande è la confusione sulla Barbera... La Barbera è eccellente. Parafrasando il presidente Mao Tse-Tung, la situazione della Barbera non è chiarissima. A partire dal nome: il o la Barbera? Si può dire e scrivere in entrambi i modi, anche se in Piemonte preferiscono la versione al femminile. Ci sono le due docg, quella d’Asti e quella del Monferrato Superiore, e le doc di cui si sono praticamente persi il conto e le tracce: dal Piemonte, la Barbera ha infatti sconfinato in Lombardia ed Emilia. Burocrazia a parte, la Barbera rappresenta una delle enoeccellenze rosse del Piemonte. Che, nella declinazione prodotta da Aldo Conterno in quel di Monforte d’Alba, assume note di grande qualità. E non solo perché i vitigni di questa collina hanno quasi mezzo secolo di vita. Vendemmiata a mano, fermentata in vasca a 26-28 gradi, la Barbera Conca Tre Pile trascorre 12 mesi in barrique di legno nuovo prima di essere imbottigliata.
Un trattamento che dà a questa doc la forza dei grandi rossi piemontesi, senza togliere quella freschezza e facilità al palato che è caratteristica di uno dei vini che hanno fatto conoscere
il Piemonte in tutto il mondo.

Barbera d’Alba Conca Tre Pile Poderi Aldo Conterno

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli