02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

C’è un genio dentro a bottiglia ... Un nuovo marchingegno aspira il vino che serve, senza togliere il tappo. Per bere quando si vuole ... Versarsi un bicchiere di vino senza estrarre il tappo dalla bottiglia. Lo
strumento che permette il piccolo miracolo si chiama Coravin e in un
anno e mezzo dalla sua ideazione è diventato il nuovo giocattolo degli appassionati del buon bere. Il suo aspetto è una via di mezzo tra un elegante microscopio e una pistola: attraverso un lungo ago che s’inserisce nel tappo, nella bottiglia s’immette una piccola quantità di gas argon, del tutto innocuo e inodore, che spinge il vino verso l’alto e colma il vuoto lasciato dal liquido estratto.
Quando la quantità voluta è nel bicchiere, il sughero si richiude proprio come la pelle umana dopo un’iniezione, preservandone intatte tutte le qualità senza limiti di tempo. Lo confermano i migliori sommelier che con il Coravin possono mettere in lista vini al bicchiere sin qui inimmaginabili.
Geniale. E ideale per: a) il curioso che, comprata un vino importante, in attesa di avere l’occasione di berlo, comincia ad assaggiano, b) l’appassionato, che può testare il livello di affinamento delle etichette della sua cantina senza sacrificare la bottiglia, c) il collezionista che vuole
evitare sorprese quando acquista bottiglie di cui non conosce la storia.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli