02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Nobili nettari alle pendici delle Alpi ... Due vini si dividono il nostro cuore tra i tanti prodotti della Cantina Bolzano. La storia della cooperazione tra piccoli vignaioli altoatesini per la produzione del Lagrein risale all’inizio del secolo scorso. Ma è del 2001 la intelligente fusione tra le Cantine di Gries e Santa Maddalena che producono ormai tre milioni di bottiglie, grazie all’apporto di duecento soci. La grande quantità della produzione non impedisce alla Cantina Bolzano di presentare vini di indiscussa qualità come i due ai quali facevamo cenno. Il Cabernet Riserva Mumelter 2012 è accattivante e coinvolgente già al primo sorso. Ma se aprite la bottiglia la sera e ne riassaggiate il contenuto l’indomani capirete di aver bevuto un vino importante. Merita un giudizio alla pari, a nostro avviso, il Moscato Giallo Vinalia della stessa annata. Il delizioso retrogusto acido garantisce una inebriante conclusione del pasto. Profumato, garbato, rotondo e ammiccante è il Lagrein Riserva Taber 2012. Tra bianchi il Gewürztraminer Kleinstein 2014 mette di buon umore gli amanti del genere. Il Pinot Bianco Dellago 2014 è acido e puntuto, mentre il rosso Huck am Bach 2013 è piacevole nella sua semplicità.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli