02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Storie di vini ... Luce, la figlia
blasonata
di due grandi ... Entrare in un palazzo nobiliare mi procura sempre una certa emozione. Ne ho visitati molti e sempre ho ripensato a quanta storia trasudino. Ho provato lo stesso sentimento di rispettosa curiosità stappando una bottiglia di Luce 2012 dopo averne ammirato l’etichetta, se può chiamarsi così quell’abbozzo di raffinata scultura.
Luce 2012 è frutto della ventesima vendemmia di una storica collaborazione tra gli eredi di due grandi case del vino, Vittorio Frescobaldi e Robert Mondavi. I due decisero all’inizio degli anni Novanta di avere un figlio, anzi una figlia, e concordarono di farla nascere a Montalcino, che insieme alle Langhe è la zona vinicola più blasonata d’Italia. Nel ‘93, nella tenuta Luce della Vite, nacque Luce, che ha compiuto i vent’anni nel 2012. La zona ovviamente è vocatissima e i genitori di Luce hanno deciso di farla nascere in una tenuta di collina, tra i 350 e i 420 metri, piantando un po’ più su il Sangiovese e un p0’ più giù il Merlot. La ventenne è stata presentata in società quest’anno dopo due di maturazione nel legno e il risultato è magnifico. Le anticipazioni del profumo si materializzano in un sapore equilibrato che si prolunga in un retrogusto aristocratico. Ho assaggiato per un confronto anche il 2004 e - nonostante la maggiore anzianità - mi è parso che al profumo sontuoso si contrapponesse un sapore allegro, vivaldiano. Tutto lascia immaginare una giovinezza rigogliosa e una splendida maturità.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli