02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Che frizzante questa guida ... I segreti da sapere per scegliere le bottiglie migliori ... aiutare anche i non esperti a scegliere la giusta
Si avvicina Natale, arriva il tempo dei brindisi. Per bottiglia torna in libreria la guida Grandi Champagne 2016-2017 (ed.Wois Cépages, 18 euro, lemiebollicine.com) del giornalista Alberto Lupetti. Linguaggio accattivante e facilità di consultazione
la rendono un “must” per chi voglia comprendere caratteristiche e segreti di più di 320 tra diversi cuvée; tante sono infatti le bottiglie recensite. Ma non è solo
l’amplisshna selezione a rendere Grandi Champagne una guida unica: tante pagine del volume sono, infatti, dedicate a raccontare la storia delle famiglie di produttori (anche di nicchia, come la casa Alexandre Filain), gli abbinamenti gastronomici adatti alle diverse bottiglie e persino i bicchieri che meglio esaltano i cuvée.
“Questa è la terza edizione della guida” spiega l’autore. “È arrivata dopo il successo delle prime due
che sono andate sold out in pochissimo tempo. Oltre alle recensioni, è apprezzato l’aspetto iconografico:
un’intera pagina per ciascuna bottiglia, con foto a colori. Per gli appassionati questo è un valore aggiunto”.
Il valore aggiunto è anche la semplicità della catalogazione delle bottiglie: ognuna è infatti corredata di
breve presentazione, punteggio, note di degustazione,
prezzo sullo scaffale e simbolo che serve a riconoscere
a prima vista se è da aperitivo o da tavola, se è destinato
a tutti o solo agli intenditori.
E poi c’è il “coup de coeur”: la bottiglia che ti conquista, a prescindere dal punteggio: “È il gioiello inaspettato, e i miei preferiti sono due: un vintage 2008 di Veuve Clicquot che uscirà l’anno prossimo e un sorprendente Cuvéè Confidence di Alexandre Filain”. Ma non è
tutto: nell’edizione 2016 c’è infatti anche un’intervista al grande Chef de Cave di Pommery, Thierry Casco, che spiega i segreti della maison di Reims.
Grandi Champagne diventerà, l’anno prossimo, anche un’app in inglese: “Per dare alla guida un respiro internazionale” conclude l’autore.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli