02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Panorama

Il vino cinese fa paura ai produttori occidentali ... Storicamente in Cina si è sempre bevuto “vino a base di cereali”.
Solo da fine Ottocento i palati cinesi hanno cominciato ad apprezzare il vino come lo conosciamo noi. È passato oltre un secolo perché cambiasse tutto: oggi la Cina è uno dei principali mercati al mondo per la vendita di vini (nel 2013 è diventato il primo mercato per il vino rosso) e mira a diventare in breve tempo il primo produttore mondiale. Distese di vigneti si estendono su tenitori colpiti, solo poco più di 50 anni fa, da una delle più grande carestie della storia. È il Ningxia la regione dove i cinesi sperimentano la propria via al bordeaux e ad altre specialità mondiali, Ma i vigneti, spesso posseduti dai nuovi magnati del Paese, si estendono per tutta la Via della seta fino ai piedi dell’Himalaya. Oggi nel Paese ci sono circa 400 cantine, mentre i consulenti del vino da Francia, Grecia, California e Australia sono ormai presenze stabili” così come i manager It nelle zone “tecnologiche” del Paese.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli