02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

PUÒ UN VINO AVERE PREFERENZE SESSUALI? SECONDO ERICA ROVERTER, GIOVANE IMPRENDITRICE ARGENTINA SÌ, TANTO CHE IL SUO “WHY NOT”, UNO SPUMANTE REALIZZATO CON IL METODO CHARMAT A BASE DI UVE PINOT NERO, È DICHIARATAMENTE “GAYFRIENDLY”

Italia
Ecco Why Not, spumante realizzato con il metodo charmat a base di uve Pinot nero, dichiaratamente gayfriendly

Può un vino avere preferenze sessuali? Secondo Erica Roverter, giovane imprenditrice argentina sì, tanto che il suo “Why Not”, uno spumante realizzato con il metodo charmat a base di uve Pinot nero, è dichiaratamente “gayfriendly”. L’idea le è venuta perché, sempre secondo lei, il mondo del vino ancora non è stato fonte di ispirazione per la comunità lgbt.

Il Why Not è uno spumante moderno, gradevole e facile da bere, secondo quanto afferma sempre la Roverter. Il colore è salmone chiaro con riflessi dorati. Al momento attuale ci sono circa 1600 bottiglie che saranno disponibili negli hotel, bar e ristoranti di Buenos Aires e Mendoza, ma si sta già pensando all’esportazione negli Usa e in Spagna.

Ma dare già all’origine un’indicazione per il consumatore finale, è davvero di aiuto alla comunità gay oppure è un’altra operazione di marketing? A prescindere dall’etichetta, dovrebbe essere il gusto personale a dirci cosa bere.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli