02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
RAPPRESENTANZE DI FILIERA

Riccardo Cotarella ancora alla presidenza Assoenologi: “ci attende un lavoro impegnativo”

Accanto a lui, come vicepresidenti, Massimo Tripaldi (Sezione Puglia-Basilicata-Calabria), e Pierluigi Zama (Sezione Romagna)
ASSOENOLOGI, RICCARDO COTARELLA, vino, Italia
Riccardo Cotarella, presidente Assoenologi, con i vice Massimo Tripaldi e Pierluigi Zama

Sarà ancora Riccardo Cotarella a guidare Assoenologi, la più longeva organizzazione di categoria del mondo: l’enologo, che è anche co-presidente della Union Internationale des Oenologues (con il francese Serge Dubois e lo spagnolo Santiago Jordi Martin), è stato confermato, ieri pomeriggio, alla presidenza, all’unanimità, dal cda, che ha nominato come vicepresidenti Massimo Tripaldi (Sezione Puglia-Basilicata-Calabria), e Pierluigi Zama (Sezione Romagna).
“Essere chiamati ancora a guidare l’organizzazione degli enologi ed enotecnici italiani è motivo di grande orgoglio e responsabilità. Accetto l’incarico con l’entusiasmo e la determinazione di sempre e con un unico obiettivo, quello di far crescere, con la preziosa collaborazione dell’intero cda, la nostra associazione”, ha commentato Riccardo Cotarella, al quarto mandato consecutivo. “Il lavoro che ci attende - ha aggiunto - è impegnativo, soprattutto alla luce degli eventi che hanno e stanno tuttora interessando le nostre vite. Assoenologi in questi anni ha saputo reagire anche alle condizioni più sfavorevoli, continuando a crescere e diventare sempre più punto di riferimento nazionale dell’enologia. Un processo di crescita che dovrà essere, laddove possibile, accelerato per il bene di tutta la categoria e del mondo del vino”, ha concluso Riccardo Cotarella.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli