02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E AFFARI

Riccardo Illy (“Polo del gusto”): “nel 2022 chiuderemo l’accordo con un azienda del Barolo”

Da rumors WineNews, la cantina sarebbe nel Comune di Serralunga d’Alba, la Cascina Meriame di Paolo Manzone e Luisella Corino
BAROLO, ILLY, MONTALCINO, POLO DEL GUSTO, RICCARDO ILLY, vino, Italia
Riccardo Illy tra le botti della cantina Mastrojanni, a Montalcino

Riccardo Illy non ha mai fatto mistero né della volontà di mettere radici nelle Langhe del Barolo, come più volte riportato da WineNews né di voler aprire il capitale del “Polo del Gusto”, sub-holding del gruppo Illy che mette insieme insieme il vino con Mastrojanni, tra i riferimenti qualitativi del Brunello di Montalcino, il cioccolato piemontese Domori, il tè francese Dammann Frères, i biscotti Pintaudi e le conserve Agrimontana. E, come annunciato negli stessi giorni da Riccardo Illy in un video sul canale Youtube del “Polo del Gusto”, il 2022 potrebbe essere l’anno buono sia per la definizione del nuovo partner finanziario del “Polo del Gusto” stesso che, di conseguenza, per la “chiusura dell’accordo con un’azienda in Barolo, con il nostro settore vini, rappresentato da Mastrojanni, si arricchirà di una nuova marca di Barolo, che sarà distribuita da Domori”, spiega Illy, che si dice fiducioso in una ripresa complessiva dei mercati, nei prossimi mesi.
E, dalle indiscrezioni, raccolte da WineNews, la cantina oggetto di trattativa, in fase avanzata, che Illy vorrebbe per il “Polo del Gusto”, sarebbe la Cascina Meriame di Paolo Manzone e Luisella Corino, a Serralunga d’Alba, azienda (nata nel 1999) che, si legge sul sito, oggi conta 14 ettari, con una produzione che va dal Dolcetto d’Alba alla Barbera d’Alba, dal Nebbiolo d’Alba al Barolo. Una piccola “chicca” di Langa, a Serralunga d’Alba, già molto ben recensita dalla critica enoica.

Con uno sbarco in uno dei più importanti territorio del vino mondiale che, vista la caratura del gruppo Illy e del “Polo del Gusto”, e la serietà che Riccardo Illy ha sempre dimostrato in investimenti che sono sempre stati all’insegna di progetti di impresa, e non della speculazione finanziaria, sembra essere vista di buon occhio da tanti imprenditori di Langa.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli