02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO & RICONOSCIMENTI

Riconoscimento ai giovani ricercatori dal Premio Internazionale Soldera Case Basse 2018

Primo classificato uno studio di ricercatori dell’Università di Firenze sulle uve del Centro-Sud Italia coltivate in un areale elettivo del Sangiovese
CASEBASSE, PREMIO SOLDERA, SANGIOVESE, SOLDERA, Italia
Assegnato il Premio Internazionale Soldera Case Basse 2018

A Fabio Schiavetti e Damiano Barbato, dottori di ricerca dell’Università degli Studi di Firenze, per lo studio “Valutazione delle caratteristiche delle uve e dei vini da varietà originarie del Centro-Sud e Sud-Italia coltivate in un areale di elezione per la produzione del Sangiovese dell’annata 2018”: ecco i vincitori del Premio Internazionale Soldera Case Basse per giovani ricercatori edizione 2018, assegnato dal produttore Gianfranco Soldera, alla guida della cantina Case Basse a Montalcino, il 6 febbraio a Palazzo Montecitorio a Roma, con l’intervento del professor Mario Fregoni, Accademico di Agricoltura di Francia e presidente del Premio.
Tra i giovani candidati, cui sono stati assegnati i Diplomi d’Onore, al Merito della Ricerca e do Eccellenza Scientifica, Laura Borgese con Stefania Federici, Fabjola Bilo e Annalisa Zacco dell’Università di Brescia con Isabella Delbarba del Centro Studi Assaggiatori di Brescia, Luca Bricchi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, Salvatore Filippo Di Gennaro dell’Ibimet-Cnr di Firenze, Noemi Frigo con Brunella Miano dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie di Vicenza, Maxwell Kipyegon Kior dell’Università di Siena, Luisa Leolini con Yuri Romboli e Sergi-Costafreda Aumedes dell’Università di Firenze insieme a Lorenzo Brilli dell’Ibimet-Cnr di Firenze, ed Edoardo Montalto dell’Università di Brescia.
A commentare le loro ricerche, i componenti della Commissione Giudicatrice, dal professor Luigi Bavaresco, docente di Viticoltura Di.Pro.Ve.S. dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, al professor Mauro Cresti, ordinario di Botanico dell’Università di Siena, dal professor Luigi Odello del Centro Studi Assaggiatori di Brescia a Giancarlo Spezia, esperto di meccanizzazione viticola, e il professor Massimo Vincenzini, presidente dell’Accademia dei Georgofili, ed i mebri del Comitato d’Onore, Eugenio Brentari, Giorgio Calabrese, Fausto Cantarelli, Paolo Lucchesi, Roberto Salvioni, Annalisa Santucci e Bruno Socillo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli