02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Se Eurocare, l’alleanza di 60 organizzazioni salutiste di 25 Paesi d’Europa che lotta contro l’abuso di alcol, sceglie Twitter per scagliarsi contro il vino. Al centro ancora “questioni di etichetta”. E se la risposta arrivasse dal “QR code”?

La lotta agli abusi, sacrosanta, rischia a volte di sfociare nell’eccesso, nella mancanza di obiettività e nel contrasto cieco che non fa distinzioni. Così, la battaglia di Eurocare, l’alleanza di 60 organizzazioni salutiste di 25 Paesi d’Europa, che da anni fa pressioni sulle Istituzioni europee per una maggiore azione di prevenzione ed informazione sui rischi legati al consumo di alcolici, adesso sfocia sui social, o meglio su Twitter, dove Eurocare sembra aver preso di mira proprio il prodotto più legato alla terra ed alla cultura, quel vino che, da parte sua, si propone come prodotto alimentare di qualità, non come mero divertissement. Una svolta, almeno in termini di comunicazione, particolarmente aggressiva, come sottolinea il portale francese “Vitisphere” (www.vitisphere.com), il cui scopo sarebbe l’introduzione della famosa etichetta nutrizionale che, per quanto riguarda il vino, è una procedura tutt’altro che semplice ma, prima o poi, necessaria, come emerso anche dal primo congresso dell’Efow - European Federation of Origin Wine, nei giorni scorsi a Bruxelles. Certo, far passare un concetto a suo modo ovvio, come la variabilità del contenuto di una bottiglia che dipende, nel caso del vino, da mille fattori diversi, è difficile, ma la sintesi tra un’etichetta chilometrica e le “necessità” del consumatore, potrebbe arrivare dalla tecnologia: un “QR code” in etichetta, che rimandi alla scheda tecnica del vino ospitata dal sito internet dell’azienda, con tutte le informazioni del caso, all’interno di una legislazione europea condivisa da tutti i Paesi dell’area Ue. Basterà ad attutire i toni di una campagna sempre più spigolosa tra salutisti e mondo enoico? Staremo a vedere ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli