02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

SE IL VINO FA ANCHE DIMAGRIRE: UNO STUDIO DELL’AMERICANA PURDUE UNIVERSITIY, PUBBLICATO DAL “JOURNAL OF BIOLOGICAL CHEMISTRY”, HA INDIVIDUATO UN’ALTRA COMPONENTE, IL “PICEATANNOL”, UTILE CONTRO L’OBESITA’

Dopo il resveratrolo, il fenolo presente nella buccia dell’uva a cui sono attribuite capacità antitumorali, uno studio dell’americana Purdue Universitiy, pubblicato dal “Journal of Biological Chemistry”, ha individuato un’altra componente di cui il vino rosso, come del resto i mirtilli ed il frutto della passione, è assai ricco: in inglese si chiama “piceatannol”, è simile al resveratrolo ma ha funzioni diverse. È in grado di ritardare il processo con cui le cellule di grasso, ancora immature diventano a tutti gli effetti cellule di grasso, prevenendo quindi le malattie legate all’obesità.

“Il piceatannol altera i tempi di espressioni geniche, funzioni del gene e azione dell’insulina durante l’adipogenesi, il processo con cui le cellule - spiega il ricercatore Kee Hong Kim - in fase iniziale di grasso diventano cellule adipose mature. In presenza di piceatannol, si può vedere il ritardamento o l’inibizione completa dell’adipogenesi”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli