02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Se un vino diventa anche musica: il concept di Cantele e del violinista Francesco del Prete

Cantele, tra le più affermate realtà di punta (50 ettari di proprietà e 150 in conduzione), insieme al violinista Francesco del Prete (artista di caratura internazionale, che lavora con big come Stewart Copeland, Francesco De Gregori, Piero Pelù, Gianna Nannini, Mauro Pagani, Giovanni Lindo Ferretti e Simone Cristicchi), con il Rohesia Pas Dosé, spumante metodo classico rosato a base Negroamaro, tra le etichette più apprezzate dell’azienda, che, da poche settimane, è anche il nome di un brano musicale, già disponibile su tutte le piattaforme digitali. “Il brano, perfetto per accompagnare tutti i momenti conviviali di queste calde serate estive, è un dialogo armonioso tra violino e violoncello che tessono trame melodiche e ritornelli danzati, un rincorrersi in crescendo punteggiato da pizzicati e delay che ricreano acusticamente la stessa sensazione di freschezza, brio e festa delle bollicine di Rohesia Pas Dosé”, spiega una nota.Che sottolinea come il pezzo è solo un primo assaggio dell’album edito dall’etichetta “Dodici Lune” che verrà pubblicato dopo l’estate e che includerà altri quattro brani ognuno dedicato a un diverso vino Cantele e ognuno realizzato sia in versione orchestral/elettronica che unplugged. “Il progetto nasce dal desiderio di indagare a fondo l’effetto della combinazione tra vino e musica” spiega Paolo Cantele - e chi ascolta e degusta diventa protagonista di un’esperienza di scoperta di sé stesso e delle proprie percezioni più profonde: vino e musica stimolano infatti aree differenti del nostro cervello e la loro combinazione simultanea permette a queste aree attive d’interagire, moltiplicando le connessioni e donando una diversa e più ricca percezione del vino. Da questa ricerca condotta insieme al maestro Francesco del Prete ha preso vita un disco che racconta in cinque tracce non solo cinque vini della nostra produzione ma anche la storia della nostra famiglia nell’alternarsi delle stagioni della vita che in costante mutamento ci hanno portato, vendemmia dopo vendemmia, ad essere ciò che siamo oggi”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli